Il Ri-Ciclo

Domenica prossima a Montepulciano verrà rinnovato il nuovo Consiglio di Amministrazione della “Vecchia Cantina”, una tra le più importanti cooperative del Centro Italia, che opera nel settore vitivinicolo con fatturati di decine di milioni di Euro.

Da indiscrezioni non confermate, ma neanche smentite, sembra che all’elezione di questa domenica si presenti l’attuale Sindaco di Montepulciano Andrea Rossi il quale, nel maggio prossimo, dopo due mandati consecutivi come Sindaco (ed altri due subito antecedenti come Assessore), non potrà più ripresentarsi alla carica di Primo Cittadino.

Vogliamo ricordare che “la famiglia dell’attuale sindaco come dichiarato dallo stesso nell’intervista rilasciata dalla nazione il 13/09/17 è proprietaria della tenuta Svetoni in Gracciano e che tra i soci della Tenuta vi sia anche, come emerge da visura camerale, il Dottor Antonio Gaudioso, che allo stesso tempo ha importanti rapporti commerciali con la Vecchia Cantina, nel settore delle vendite fuori dall’Unione Europea.

economia-circolare4Se ci siano o meno conflitti di interesse, da tale incrocio di posizioni, lo valuteranno in primo luogo i soci della Vecchia Cantina domenica mattina, ma tutto ciò è per sottolineare quanto Montepulciano sia all’avanguardia: ha già un’economia circolare collaudata e lubrificata e che designa l’idea del “ri-uso” e del “ri-ciclo” come primario obiettivo per l’empowerment dell’azienda “Vecchia Cantina”!

Infatti, un certo numero “limitato” di persone gestisce sia la politica che l’economia locale.

Le cariche rigirano circolarmente, alternando cariche politiche e cariche economiche sempre tra le stesse persone!

Ne è prova vivente l’attuale Presidente del Consorzio del Vino Nobile, Piero Di Betto, anche lui già Presidente della Vecchia Cantina e già Sindaco per due mandati!

Quindi la storia – passando sempre per le vie del PD locale – si ripete!

Aggiungiamo inoltre che, anche se il brand del Vino Nobile di Montepulciano gode ancora di ottima salute, questa azienda è passata da un fatturato di 15 milioni e 400 mila euro circa di pochi anni fa ad un fatturato di 11 milioni e 200 mila circa dell’ultima chiusura di bilancio, con notevole esposizione bancaria.

Si ricorda che l’Azienda è costituita da un appassionato gruppo di circa 400 soci e che dà lavoro ad un indotto di circa 3000 lavoratori.

Probabilmente il sogno del Sindaco uscente è quello di risollevare la redditività del prodotto e di rafforzare ulteriormente il brand già noto, viste le sue indiscusse doti di Marketing Communication, ma come verrà attuata l’operazione di restyling dell’azienda e soprattutto come questa operazione coinvolgerà i piccoli e medi produttori, che fanno della loro appartenenza a questa Cooperativa motivo di orgoglio e di identità di un territorio in cui, da generazioni, si tramanda l’arte della produzione del vino?

immagineMoVimento 5 Stelle di Montepulciano

Lista Civica Daniele Chiezzi per Montepulciano

About Leonida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *