VUOTO PNEUMATICO

Ci ergiamo a professori e rispondiamo per dovere di cronaca ad una serie di inesattezze che abbiamo letto sulle pagine social di alcune cittadine poliziane.
Iniziamo col dire che non basta essere presenti come auditori per solo un’ora e mezza alla seduta di un Consiglio Comunale per credere di aver compreso C-O-M-E   F-U-N-Z-I-O-N-A un Consiglio Comunale!
Quando i capigruppo di due forze politiche, durante un’interruzione richiesta da uno dei due, si appartano per discutere e tornano in aula con una nuova proposta, ignorando la terza forza politica, pure eletta e dunque rappresentata in Consiglio, si incorre in un atto di “sgarbo istituzionale”. La migliore cosa che si possa fare è manifestare il proprio dissenso uscendo dall’aula e non esprimere alcun voto sul punto rivisto dai due.
Ci auguriamo che chi ama tanto colloquiare e criticare sui social sia sempre presente d’ora innanzi nei Consigli Comunali che si susseguiranno, e presente significa dall’inizio alla fine, da quando si apre la seduta a quando si va tutti a casa. Perchè è vero, c’è tanto da imparare!
Quando si è eletti, poi, anche se in numero esiguo, si è rappresentanti dei cittadini che ti hanno sostenuto con il loro voto, ma non solo di quelli. Chi è consigliere, soprattutto se di opposizione, è comunque “garante” dei diritti di tutti i cittadini. Per assolvere a questa funzione, però, si deve essere presenti in aula e rimanere fino a quando non si dichiari sciolta la seduta, perchè sarebbe comodo e facile per tutti andare via prima, vinti da stanchezza, sonno e qualche volta anche dalla noia!
Ci piace a questo punto ricordare che lo streaming è da noi considerato uno strumento valido, necessario, utile e democratico e garantisce l’informazione anche a chi ci vuole seguire da casa. Per lo streaming il MoVimento 5 Stelle si è fortemente battuto oramai cinque anni fa, affrontando non poche resistenze nella maggioranza, ottenendone la fruizione dopo ben tre anni. Ridimensionarne l’utilizzo in maniera così sordida ci sembra quantomeno un vile attacco alla libertà di informazione.
In ultimo spendiamo due parole per quel che riguarda la “vera opposizione”.
Non siamo contrari all’azione di giovani rampanti che sono come dire….pertinaci nel dibattere e controbattere le questioni da altri proposte o da loro stessi presentate, ma una VERA OPPOSIZIONE può essere fatta anche con modalità più distese, come ci possiamo concedere NOI oggi, forti di una precedente esperienza che ci ha visti maggiormente “bellicosi” e scontrarci con la maggioranza su temi ben più impegnativi. Oltre allo streaming, infatti, abbiamo lavorato su problematiche quali la raccolta dei rifiuti, presentando atti e documenti reperiti presso gli uffici competenti di Comune, ATO Toscana Sud e Sei Toscana, problematica che ha addirittura visto l’apertura di un’inchiesta da parte dell’ANAC. Abbiamo chiesto e voluto fortemente un impegno da parte del Sindaco e della Giunta per tariffe dell’acqua maggiormente eque, soprattutto per le fasce più deboli della popolazione. Chiesto e ottenuto il divieto di utilizzo dell’olio di palma in tutti gli edifici di pertinenza comunale, compresa la mensa scolastica. Chiesto e ottenuto di dotare finalmente il Comune di Montepulciano di un servizio taxi di trasporto istituendo delle licenze regolari ad hoc. La richiesta d’istituzione di Commissioni speciali su argomenti rilevanti per il benessere del territorio (Fusione e carbonizzatore). E ancora chiesto e ottenuto il regolamento sul gioco lecito, il regolamento mensa ed il regolamento bacheche del territorio, oltre che l’installazione dei misuratori di portata alle Terme di Montepulciano, misuratori che prima non c’erano. La richiesta della destinazione d’uso prevista per i beni immobiliari presenti sul territorio e sequestrati alle mafie, il divieto di uso di glifosate sul nostro territorio, così come il divieto di praticare la capitozzatura degli alberi; l’adozione, da parte di comuni cittadini, di aree verdi da curare e mantenere. La garanzia di un approviggionamento di 50 litri di acqua gratuita per ogni utenza. Da non dimenticare, poi, le multe effettuate dagli organi preposti, dietro nostra segnalazione, per mancata comunicazione all’Asl dell’uso di glifosate tra i pannelli solari presso il campo sportivo di Gracciano e per l’abbandono di detriti contenenti amianto davanti a quelli che erano gli spogliatoi per gli utenti dei campi da tennis a Montepulciano capoluogo.
A poco più di sei mesi dall’insediamento di questa nuova legislatura, abbiamo visto già l’approvazione di ben due nostre proposte, subito accolte e quindi condivise dalla maggioranza: una sui valori dell’antifascismo (e fatevene una ragione!) e quella della plastic free.
Abbiamo proposto, anche, la banca del latte materno a Nottola: aspettiamo conferma della calendarizzazione nella Commissione pertinente per lavorare su di essa, sicuri che questa proposta metterà ancora di più in luce i servizi e le competenze di chi lavora nel nostro ospedale di Nottola.

Di grande importanza è stato il nostro lavoro nelle Commissioni per la corretta applicazione del Tuel e dei regolamenti di tutte le Commissioni che, ci piace ricordare, non erano accessibili a un pubblico uditore prima di noi, ma chiuse e blindate verso l’esterno. E’ grazie a questo lavoro durato circa cinque anni che le forze politiche di minoranza presenti oggi in Consiglio Comunale possono avere più peso e maggiore rappresentabilità e tutti i cittadini possono avere un accesso più veloce alla macchina burocratica del Comune, rendendo così il Comune un vero e proprio Palazzo di vetro.
Concludiamo dicendo che non ci sottraiamo alle critiche, ce le siamo sudate! Del resto siamo certi che…anche il più stupido degli uomini diventa improvvisamente colto e pronto di spirito quando si trova nella possibilità di criticare gli altri.
Per coloro che si compiacciono di ciò che dicono e scrivono, esprimendosi con formule che credono auliche e altisonanti, quasi da fare pensare ad una sorta di Sprachspiel di wittgesteiniana memoria, mentre altro non sono che ridondanti e noiose citazioni copiaincolla (al concetto di “vuoto pneumatico” rispondiamo che ” eh si, il cielo è effettivamente azzurro e le nuvole sono bianche!”), consigliamo vivamente la lettura di due classici della letteratura filosofica: “Le Meditazioni Metafisiche” di Cartesio e “Della certezza” di Ludwig Wittgenstein. Buona lettura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.